SPUNTI FORMATIVI

 

CREATIVE THINKING

CREATIVE THINKING SKILLS E PROBLEM SOLVING

Trasformare i problemi in opportunità con il pensiero creativo

Stimolare le persone a mettere in atto il «pensiero laterale» in tutte le fasi di problem solving e decision making dell’attività lavorativa. Il percorso formativo prevede attività dinamiche ed esperienziali articolate in tre sessioni:
1. Workshop “Creative Thinking Skills”: apprendimento di modelli teorici, metodologie e strumenti pratici per fronteggiare le situazioni problematiche individuando soluzioni innovative
2. Edu-tainment serale: attività “soft” che coinvolge partecipanti in prima persona stimolando divertimento, creatività e riflessione
3. Attività esperienziale metaforica: percorso esperienziale che richiede di integrare pensiero creativo, progettazione di contenuti, gestione del tempo, ecc.

VIVID THINKING

VIVID THINKING

Disegnare le idee senza bisogno di essere artisti

In un mondo dove le informazioni sono sempre più numerose e il tempo a disposizione si riduce, la capacità di sintetizzare senza far perdere valore al messaggio è di fondamentale importanza per chi vuole comunicare. Il disegno è il linguaggio comunicativo che per eccellenza condensa il messaggio in poche “inquadrature”, capace di raggiungere rapidamente e profondamente il target di riferimento, che può essere sia il cliente finale sia il proprio team di lavoro o gruppo di dipendenti.

Un disegno vale più di mille parole

Napoleone Bonaparte

HORSE COACHING

HORSE COACHING

Allenamento alla leadership

I cavalli, possono rappresentare nella relazione con l’uomo un veicolo di apprendimento e di nuova consapevolezza, perché in quanto esseri sociali ed emotivi richiedono di saper essere avvicinati con competenza e rispetto. Attraverso le risposte del cavallo, la persona apprende le strategie di avvicinamento. L’avvicinamento spaziale ed emotivo diventa il primo elemento da presidiare nella costruzione della fiducia e della relazione.
Focus formativi: Come costruire una relazione sicurezza, la strategia della fiducia, il rispetto di sé e dell’altro, la responsabilità della relazione.

CORPORATE STORYTELLING

CORPORATE STORYTELLING

Piccole storie per grandi progetti. Insieme.

Il consumatore è diventato consum-attore, un protagonista capace di orientare il mercato, partecipe dei processi interattivi e co-creatore dei servizi e dei prodotti che desidera. L’impresa di oggi si trova di fronte alla grande opportunità di stimolare contronarrazioni. A livello imprenditoriale l’arte dello storytelling è sempre più importante non limitandosi a descrivere ma a narrare, creando coerenza tra il fare “responsabilità sociale” all’interno ed all’esterno dell’azienda.

Focus formativi: Organizational Storytelling, Storyselling o marketing narrativo.

Chi ha un’utopia fa progetti chi non ha un’utopia fa oggetti

SPEAKERS CORNER

SPEAKERS CORNER

Migliorare l’inglese conversando in aula virtuale

«Speakers Corner», la classe virtuale dove il banco è la vostra scrivania e la scelta di orario, insegnante e argomento spetta esclusivamente a voi! La voce viaggia in rete, la lezione si ascolta in cuffia, lo schermo è una lavagna e chi vuole alzare la mano si limita a schiacciare un’icona. I tempi della formazione si adeguano alle esigenze dei clienti, senza alcun vincolo fisico o temporale. Sarà possibile migliorare la conversazione grazie al supporto di vari strumenti (aula virtuale, chat, email, telefono).

A thing well said will be wit in all languages

John Dryden

GESTIRE LA QUALITA’ PERCEPITA

GESTIRE LA QUALITA’ PERCEPITA

Qualità del servizio, Social media marketing e disintermediazione

L’impatto che i social networks (Tripadvisor, Trivago, Facebook ecc.) hanno sul turismo hanno imposto un ripensamento della propria strategia a molte strutture alberghiere.

Focus formativi: Rapporto esistente fra: qualità percepita dai clienti e “passaparola” sui Social Networks, gestione della comunicazione con il cliente sia offline che online, gestione del servizio alberghiero e lavoro di squadra.

Fai in modo che il consumatore sia l’eroe della tua storia

Ann Handley

TEAM MUSIC

TEAM MUSIC

L’importanza di coordinare i diversi componenti di un’orchestra è fondamentale per ottenere un risultato di sicuro successo. Un coro polifonico, pertanto, come metafora di un modello organizzativo in cui le diversità concorrono per un unico progetto.
La proposta formativa condensa le più divertenti ed originali attività legate all’utilizzo della voce. Un modo originale per creare aggregazione e coesione e per lavorare sulla comunicazione: ascolto, feedback, auto-conoscenza sono i punti di riferimento dell’attività.

La tradizionale organizzazione aziendale seguiva in origine il modello militare. Il sistema basato sull’informazione assomiglia molto di più all’orchestra sinfonica. Tutti gli strumenti suonano lo stesso spartito, ma ciascuno suona una parte diversa. Suonano insieme, ma raramente all’unisono

P. Drucker

INTELLIGENZA EMOTIVA

INTELLIGENZA EMOTIVA

Come vivere meglio nelle organizzazioni

E’ ormai ampiamente dimostrato che la nostra intelligenza e le nostre capacità professionali dipendono sostanzialmente dalla abilità di integrare ed utilizzare la nostra sfera emozionale. Perché questo accada è necessario che la sfera emozionale sia viva, espansa rilassata ed armonica, oltre che vissuta con consapevolezza. E’ quindi essenziale esplorare ed equilibrare la dimensione emotiva attingendo alle risorse che tutti abbiamo dentro e di cui non sempre siamo completamente consapevoli.

L’intelligenza emotiva è la capacità di riconoscere i sentimenti e le sensazioni proprie e degli altri, per motivare noi stessi e per gestire le emozioni nel modo giusto all’interno delle relazioni

Daniel Goleman

LO YÔGA NELLE ORGANIZZAZIONI

LO YÔGA NELLE ORGANIZZAZIONI

Strumento di benessere e sviluppo

La performance, la centralità della persona, il senso di integrazione nel gruppo-organizzazione, la gestione delle emozioni e dello stress, lo sviluppo della creatività sono aspetti che le aziende più attente tengono in considerazione per assicurare ai propri dipendenti un livello di benessere e di qualità della vita superiore. Dal loro benessere infatti derivano le performance dell’azienda e i risultati che essa produce, differenziandosi dai propri competitors, rafforzando il proprio marchio, la propria immagine e impattando positivamente sulla società.

Quando il respiro è agitato la mente è instabile. Ma quando si acquieta anche la mente trova la sua pace naturale

Hatha Yoga Pradipika

PROATTIVITA’ COMMERCIALE

PROATTIVITA’ COMMERCIALE E ECCELLENZA DEL SERVIZIO

Percorso di Sviluppo per gli Operatori di Customer Care

La Proattività Commerciale e l’Eccellenza del Servizio sono, nell’ambito dei Customer Care, le leve strategiche del successo aziendale. Incidono fortemente sui risultati economici e sulla creazione di un’immagine dell’azienda di alta qualità. La proposta formativa agisce su due livelli:
competenze tecniche e metodologiche: potenziamento delle conoscenze e capacità specialistiche di ruolo
competenze relazionali: consolidamento delle abilità relazionali verso il Cliente nella fornitura del Servizio

Se superi il tempo e lo spazio, non vi sarà nient’altro che l’Adesso e il Qui, il Qui e l’Adesso

Richard Bach

TE LO LEGGO IN FACCIA

TE LO LEGGO IN FACCIA

Riconoscere le emozioni grazie alle espressioni facciali

Le espressioni facciali sono movimenti del volto che indicano con esattezza che tipo di emozione sta provando la persona che abbiamo di fronte. Si tratta di movimenti spontanei ed innati ed hanno un carattere universale. Il percorso è rivolto alle aziende che voglio potenziare il proprio FRONT LINE e/o i propri “comunicatori” e migliorare le capacità relazionali delle proprie risorse umane, rendendole esperte nella gestione delle reazioni emotive di sé e dell’altro.

Il volto rappresenta l’area del corpo più importante sul piano espressivo e comunicativo: esso costituisce il canale privilegiato per esprimere emozioni e stati della mente, manifestare gli atteggiamenti interpersonali, produrre rilevanti segnali di interazione.

Paul Ekman

UN BUON PRANZO

Come la cucina insegna a fare squadra

UN BUON PRANZO CON QUELLO CHE C’E’

Se una sera un gruppo di amici ci viene a trovare senza preavviso dobbiamo mettere in campo tutta la nostra creatività e abilità per riuscire a preparare qualcosa che sia apprezzato e di gusto. Nell’ambiente di lavoro chi ha la responsabilità di un team si trova a lavorare con persone che non conosce e che spesso non ha scelto. Una situazione analoga a quella della cena da improvvisare. Con le persone che compongono il team bisogna lavorare per raggiungere gli obiettivi; il leader deve possedere l’abilità di saper riconoscere le qualità delle persone che fanno parte del team per esaltarne le caratteristiche e la capacità di apprezzarne le differenze.

Invitare qualcuno a pranzo vuol dire incaricarsi della felicità di questa persona
durante le ore che egli passa sotto il vostro tetto.

Anthelme Brillat-Savarin

LA COMUNITÀ SI RACCONTA

LA COMUNITÀ SI RACCONTA

Storytelling e promozione della destinazione turistica

Il turista di oggi sceglie una destinazione in base alla sua geografia emozionale, quello spazio tracciato da identità, tradizioni, cultura e risorse di una comunità. – Vuole fare esperienza di un incontro più che di un luogo. Il progetto “La comunità si racconta” ha come obiettivo la promozione turistica di una destinazione utilizzando gli strumenti del web 2.0 attraverso la creazione di un blog basato sulle tecniche dello “storytelling territoriale”: contenuti editoriali che non vogliono parlare delle solite mete turistiche, ma mostrare esperienze ed emozioni elaborando e ricostruendo l’identità di un luogo attraverso le narrazioni della sua comunità.

I mercati sono conversazioni

Il Cluetrain Manifesto

LEARN ON TOUR

LEARN ON TOUR

Condividiamo le esperienze

Il Learn on Tour è un viaggio esperienziale con finalità di apprendimento che si svolge presso aziende italiane o di altri paesi, selezionate in base agli obiettivi formativi definiti con la committenza.
La caratteristica principale di Learn on Tour è la presenza di un tema da approfondire che rappresenta il filo conduttore del viaggio. Il racconto diretto da parte dei protagonisti dell’esperienza spinge ad una partecipazione attiva che suscita emozione e stimola la condivisione.
Al tour possono prendere parte top manager o responsabili di linee operative e funzioni aziendali specifiche.

Viaggiare è camminare verso l’orizzonte, incontrare l’altro, conoscere,
scoprire e tornare più ricchi di quando si era iniziato il cammino

Luis Sepúlveda

INTRAPRENEUR 

INTRAPRENEUR

Giocare un ruolo da protagonisti nella costruzione della propria realtà

Azione di sviluppo prettamente esperienziale improntata sulla capacità di prendere decisioni valutandone i rischi, con forte orientamento al risultato in modalità intraprendente, generando engagement, allenando la gestione delle emozioni e dello stress, sviluppando energia motivazionale.

Maturità dell’uomo: significa aver ritrovato la serietà che da fanciulli si metteva nei giuochi

Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

HAPPINESS COACHING

HAPPINESS COACHING

Allenarsi alla felicità lavorando

Nella nostra cultura, il concetto di lavoro è indissolubilmente legato all’idea del dovere e della fatica.
Diversi studi hanno ormai dimostrato che, in media, le persone più felici, ottengono livelli di prestazioni più elevati, guadagnano di più, prendono decisioni migliori e contribuiscono maggiormente al successo delle aziende in cui lavorano. Perché non innescare un circolo virtuoso a vantaggio di tutti?

Dammi il dono di saper ridere di una facezia, di saper cavare qualche gioia dalla vita e anche di farne partecipi gli altri. Signore dammi il dono dell’umorismo.

Tommaso Moro 1587

IN THE MIDDLE AGES 

IN THE MIDDLE AGES

Proattività, Imprenditorialità e Orientamento al risultato

Un gioco di ruolo in cui i giocatori, in sessioni dal vivo, interpretano un personaggio all’interno di un gruppo con una missione collettiva da compiere. Tramite la conversazione e lo scambio dialettico e attraverso la realizzazione di attività creano uno spazio immaginato, dove avvengono fatti fittizi, talvolta avventurosi, in una ambientazione medievale.

Nel Medioevo è l’uomo comune che diventa protagonista della sua storia personale e della storia del mondo.

UN’ARANCIA PER DUE

UN’ARANCIA PER DUE

Dalle (op)posizioni agli interessi: la negoziazione distributiva

Negoziare è una componente essenziale in un’azienda, in un team, in un progetto. E’ una leva strategica che richiede pianificazione, metodo e specifiche competenze. L’approccio negoziale distributivo richiede una buona conoscenza di sé, del proprio lavoro e degli altri per creare valore ed ottenere un trade off vantaggioso per entrambe le controparti (negoziazione win win).

Assicurati di lasciare qualcosa anche alla controparte

Proverbio cinese

ARS ORATORIA

ARS ORATORIA

L’arte del dire per ispirare, convincere, persuadere, sedurre, risolvere problemi

L’Europa, l’Italia in particolare, è la culla delle tecniche oratorie: Catone, Cicerone, Quintiliano offrono una quantità di spunti incredibile a chiunque voglia migliorarsi, magari identificabile in una “via europea al parlare in pubblico” che ponga l’accento sul tratto personale, lo stile individuale, l’identità di chi parla. A partire da loro, e giungendo fino ai contemporanei, abbiamo realizzato un intervento formativo che offre tali strumenti a quanti decidano di partecipare all’evoluzione del modo di esprimersi in pubblico guidando il cambiamento.

Poeta si nasce, oratore si diventa

Marco Tullio Cicerone

ACROSS CULTURES

ACROSS CULTURES

La comunicazione interculturale come chiave del business

Le imprese che oggi vogliono affrontare i mercati internazionali devono essere in grado di conoscere le culture, i costumi e gli usi dei paesi nei quali operano e gestire le differenze con il proprio sistema culturale di riferimento. Questo significa tenere conto delle aspettative dei clienti, delle loro diverse modalità di fare business ed anche di essere capaci di comprendere le diversità a partire dai comportamenti.

L’abilità di comunicare tra culture deriva dalla consapevolezza,
dalla conoscenza e dall’esperienza personale

Hofstede

PLAY ENGLISH!

PLAY ENGLISH!

Summer Days per i figli dei dipendenti

Perché studiare la lingua inglese in una noiosa aula, quando lo si può fare mentre si gioca all’aperto, si esplora una città, si visita una mostra o un museo?
«Play English» è un progetto dedicato ai più piccoli che permette di stimolare la naturale curiosità, l’intuizione, l’abilità di apprendimento e le capacità di ascolto dei bambini, proponendo attività ludiche, creative e divertenti!

Tell me, I’ll forget. Show me, I may remember. But involve me, and I’ll learn

Proverbio cinese

IMPRO

IMPRO’ OLTRE I CONFINI DEL PROBLEMA

Improvvisazione e Problem Solving

Nel teatro d’impresa i partecipanti sono liberi di esprimere la propria creatività e le proprie emozioni, generando un cambiamento efficace e quasi inconscio in quanto veicolato in modalità ludica e non rigida. Al teatro d’impresa più classico affianchiamo un percorso preso dall’improvvisazione teatrale che permette di sviluppare ancor meglio quelle competenze di collaborazione, problem solving, decision making, leadership e gioco di squadra richieste in ambito lavorativo.

… l’improvvisazione è l’arte più scientifica che esista. Perché in verità l’improvvisazione è soltanto metà della storia: l’altra metà è che bisogna avere la macchina dentro

IMPRO

DIRECTOR’S CUT!

Director’s Cut è una formula divertente, efficace e innovativa di formazione. Si tratta di realizzare uno spot di 30”, partendo dal soggetto, passando per i costumi e infine scegliendo il tipo di montaggio.
L’obiettivo di «Director’s cut» è sottolineare l’importanza di ogni singolo elemento del gruppo per arrivare ad una finalità comune. Il protagonista non è solo l’attore in scena, ma tutto il team che ha creato lo spot.

Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e donne non sono che attori

W. Shakespeare

IMPRO

LA BUSSOLA PER FARE SQUADRA

Ridisegnare le proprie mappe mentali e le prospettive di visione

L’orienteering è un’attività sportiva che favorisce lo sviluppo di strategie di adattamento ed innovazione, l’individuazione di soluzioni creative ed originali, la progettualità e la capacità di generare cambiamento. Ogni partecipante ha la possibilità di allenare, stimolare e verificare il proprio stile di leadership ed allenare la propria capacità di prendere decisioni, di individuare soluzioni, di comunicare in maniera rapida ed efficace, di gestire le criticità.

IMPRO

PITAGORA SUITCHI

Una proposta di formazione originale ed innovativa che trae la sua ispirazione da un fumettista che disegnava macchine estremamente complicate costruite per eseguire azioni semplicissime, come versarsi un bicchiere d’acqua, rompere un uovo o mettere il dentifricio sullo spazzolino.
«Pitagora Suitchi» permette di cimentarsi sia nella costruzione di un output sia nella sua ideazione, nella sua architettura, nei suoi passaggi e nel suo funzionamento.

Mi piace immaginare che il mondo sia un unico grande meccanismo.
Sai, le macchine non hanno pezzi in più. Hanno esattamente il numero e il tipo di pezzi che servono. Così io penso che se il mondo è una grande macchina, io devo essere qui per qualche motivo.
E anche tu!

IMPRO

FAST TRACK TO…

Il progetto “Fast Track to” per dirigenti, quadri  e capi/responsabili di un team, è un percorso di sviluppo per rispondere alla crescente domanda di metodi di apprendimento più rapidi ed efficienti. La formazione per essere efficace non deve essere necessariamente complessa, bensì pratica, adeguata ed efficace. Con «Fast Track to…» è possibile costruire il proprio percorso, poiché pensato in maniera modulare e autoconsistente.
Una corsia preferenziale dedicata a potenziare alcune competenze manageriali; un laboratorio in cui si alternano momenti teorici e momenti di formazione esperienziale con metodologie innovative.

IMPRO

THE VOICE

Parlare in pubblico: allenamento con un vocal coach

La voce trasmette ciò che sentiamo nell’animo. E’ un veicolo, un mezzo per dar voce a noi stessi. Se siamo insicuri, agitati, nervosi, la voce lo trasmette.
Con il nostro metodo, si otterrà una corretta e sicura padronanza del linguaggio e della espressione verbale e si diventerà consapevoli della potenzialità comunicativa della nostra voce, a come adoperarla e in quale contesto. Attraverso tecniche di doppiaggio ed esercizi al microfono, si affronteranno: il ritmo e le intonazioni; la respirazione; il volume e il timbro; la dizione; la postura; l’atteggiamento.

Noi siamo la nostra voce

IMPRO

LINKING

Senior e junior: la valorizzazione dell’esperienza umana e professionale

La valorizzazione di conoscenza delle expertise presenti in azienda unita alla creazione di competenze di sviluppo e gestione delle persone sono due elementi chiave per il mantenimento del vantaggio competitivo e per creare innovazione.
Il progetto nasce con l’obiettivo di mettere in atto soluzioni organizzative che consentono ai lavoratori più anziani di continuare a generare valore potenziando la conoscenza, creando nuove competenze coerenti con i cambiamenti di mercato e di processo e permettendo ai lavoratori professionalmente maturi di dare all’organizzazione nuovo impulso.

IMPRO

MAMIHLAPINATAPAI

La porta della negoziazione

Il ballo è un linguaggio con cui esprimersi. La musica rappresenta la situazione data, la condizione ambientale, il momento lavorativo che stiamo vivendo. E la musica non è mai la stessa, le situazioni cambiano. Il ballo di improvvisazione è una metafora efficace per acquisire e rafforzare differenti competenze trasversali, per comprendere e gestire le prime impressioni in ambito negoziale e/o commerciale attraverso la metafora della danza.

IMPRO

LEADING CHANGE

Ascoltare il cambiamento, assumersi la responsabilità

Sempre più si rilevano in azienda delle criticità in merito al non saper gestire il cambiamento, all’assenza di Analisi e pre-parazione scenari nel medio lungo periodo, alla resistenza al cambiamento e lo stress che ne deriva, alla scarsa flessibilità intesa come capacità di cogliere un problema come una sfida gestione delle emozioni inefficace. Con tale format, si imparerà a gestire il tempo, lo stress, la capacità di adattamento valorizzando il divertimento insito nelle situazioni inattese.

IMPRO

WHAT IS YOUR STORY?

L’arte di raccontare se stessi

Nei tempi antichi le storie erano orali, poi divennero scritte: oggi sono multimediali e crossmediali. Le persone non vogliono più persuasione, ma più autenticità, preferiscono ascoltare storie in cui possono identificarsi. Le storie favoriscono il coinvolgimento e l’attenzione, costituendo una modalità efficace per evidenziare, in una cornice narrativa che li contenga, potenziali «elementi di conoscenza» complessi, aiutando così le persone ad acquisire una comprensione significativa e contestualizzata.

IMPRO

NOUVEAU CIRQUE

Valorizzare il singolo per potenziare il team e creare il terreno fertile per il successo del business

Giocoleria, equilibrismo, clowneria, acrobatica…ecco alcune discipline circensi che saranno presenti nel team building. Un palcoscenico, ove ciascun partecipante scoprirà le proprie qualità e l’importanza di fare alleanza e partnership, senza paura di perdere potere, posizioni e riconoscimento, ma piuttosto acquisendo ulteriore identità e valore.

Non perché tutti siano artisti, ma perché nessuno sia schiavo

Gianni Rodari

IMPRO

SOCIAL TEAM BUILDING

L’impresa entra nel sociale con i suoi dipendenti abbinando le esigenze di training con la realizzazione di un progetto “charity”

«Be Different No One Left Back» è un progetto di Experiential Learning Socialmente Responsabile in cui l’obiettivo formativo che l’azienda si prefigge di raggiungere per le proprie risorse umane, viene veicolato da una metafora generata e nutrita dalle dimensioni etico – sociali, interne ed esterne all’impresa, in modo da non disperdere l’esperienza vissuta e ciò che ha prodotto, emotivamente e materialmente, lasciandone quindi traccia indelebile attraverso la donazione o la consegna di ciò che è stato realizzato.

IMPRO

SCOPRIAMOCI NEL BUIO

Fiducia, integrazione e comunicazione efficace rendono il team più forte

Uscire completamente fuori dalla zona di comfort, mettendo da parte il senso soverchiante della vista in una sala completamente buia. E’ così che il progetto «Scopriamoci nel buio» intende riscattare l’importanza dell’ascolto attivo, far sperimentare l’importanza dello sviluppo delle  competenze relazionali e comunicative, far riscoprire la fiducia in se stessi e negli altri in una sfida emotiva che non ha eguali. L’esperienza dell’oscurità totale farà emergere ambiti e attitudini coerenti allo sviluppo dell’intelligenza emotiva e delle competenze sociali e relazionali del singolo.

L’essenziale è invisibile agli occhi

A. de Saint Exupéry